Prepariamoci all’ Escursionismo in Montagna andando al Mare –

Camminare sulla sabbia fa bene: Approfittiamo di queste giornate Primaverili dove le temperature non sono ancora eccessive, anzi, per fare una salutare camminata lungo il bagnasciuga.

Basta una passeggiata in riva al mare, magari aiutati dai bastoncini, per realizzare un buon allenamento per cuore, sistema vascolare e la nostra mente. Camminare fa molto bene, se fatto sulla sabbia a piedi nudi, è meglio. Un'attività motoria che tonifica gambe, glutei e addome, oltre a dare una sferzata di benessere alla circolazione. La sabbia ha una particolarità che la rende unica: l'instabilità. Camminando sulla spiaggia il piede riceve delle stimolazioni che tramite impulsi nervosi vengono immediatamente recepite dalla colonna vertebrale, adattandosi di conseguenza e risvegliando la corretta biomeccanica del corpo. Queste terminazioni sono inoltre collegate con tutto il corpo e stimolano e riattivano anche vari organi, un po' come fa la riflessologia plantare.

Camminare a piedi nudi sulla sabbia da vita ad un massaggio naturale in grado di riassorbire il sangue che ristagna nelle gambe e nei piedi: I muscoli del piede funzionano come una pompa che favorisce il ritorno venoso, il sangue che arriva alle estremità deve risalire attraverso le vene della gamba per tornare al cuore, aiutando il sangue a vincere la forza di gravità e a procedere verso l'alto. In questo modo il liquido viene ridistribuito e, oltre ad aiutare la circolazione scomparirà anche il senso di stanchezza e pesantezza ma anche l'aspetto estetico ne beneficerà. Ma migliora anche la sensibilità e l'equilibrio, mettendo in opera tutta la muscolatura del piede costringendo glutei, muscoli della coscia e della gamba ad un lavoro maggiore per spingere il corpo verso l'alto.

Inoltre la sabbia bagnata funziona da ottimo elemento naturale per un peeling della pelle e per eliminare eventuali callosità presenti sotto la pianta del piede. Ma non solo, anche il nostro umore ne trarrà beneficio in quanto il maggiore afflusso di sangue al cervello fa in modo che si verifichino anche dei processi chimici ormonali a livello di serotonina ed ossitocina.

Alcuni consigli: Per una camminata altamente allenante cominciate a camminare per qualche minuto con l'acqua alle caviglie, per poi salire fino ai polpacci e prosegui re sino ad arrivare ad altezza di bacino. La resistenza dell'acqua compie un benefico effetto sulla circolazione del sangue, aiuta a tonificare e a sollevare dal senso di pesantezza e gonfiore alle gambe.

Per fare un vero e proprio trattamento salutare di bellezza (metodo Kneipp): camminare per un po' in acqua "fredda", Il freddo stimola e rinvigorisce aumentando l'attività interna. Poi sulla battigia al sole Il calore calma e addolcisce il corpo, rallentando l'attività degli organi interni. Inoltre questa alternanza di caldo e freddo favorisce la circolazione linfatica e contrasta gli inestetismi come la cellulite.

Evitare, invece, di correre a piedi nudi sulla sabbia in quanto può causare dei microtraumi alla pianta del piede che possono portare anche alla formazione di vesciche. 

Professionale

Massimo Bolini

  • Accompagnatore di Media Montagna
  • Istruttore di Nordic Walking