Francesco Tozzi


Da sempre in continuo movimento per inseguire le sue mille passioni, è facile incontrarlo nei boschi alla ricerca di qualche fungo raro o particolarmente fotogenico. Dopo gli studi di Fisica, è diventato Micologo e Guida Ambientale Escursionistica associata AIGAE per fare della condivisione dell'amore per la natura un punto focale della propria attività. Estimatore del buon vino e del mangiar bene, i suoi viaggi sono spesso alla scoperta di nuovi sapori e profumi. Se dovesse identificarsi con una frase, citerebbe senza dubbio Henry Thoreau: "Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non avevo vissuto."

Attività professionale
Tipologia accompagnatore
Legge numero 4/2013
Polizza RC professionale Si
Albo d'iscrizione AIGAE
Numero certificato LA491
Anno conseguimento 2019
Attività associativa
Associazione AIGAE

Fantasmi del passato a passeggio nella Selva inestricabile

Trekking

Selva del Lamone (Farnese)
17 Novembre 2019

Da Mazzano Romano a Calcata Vecchia per la Valle del Treja

Trekking

Valle del Treja
10 Novembre 2019

La creatività dell’acqua e il rigore della roccia: ecco a voi la cascata!

Trekking

Fosso della Mola - Monti della Tolfa (Ce...
27 Ottobre 2019

Quattro cime over 2000 per una domenica on the top!

Trekking

Monte Terminillo
20 Ottobre 2019
Nessun post presente
Paolo Avetrani
Bella escursione sul Terminillo
01/11/2019

Francesco Tozzi è una guida molto preparata alle escursioni di montagna e con un buona capacità di relazionarsi con i partecipanti. Ci siamo ritrovati al rifugio Sebastiani e dopo esserci conosciuti, Francesco ci ha spiegato il percorso, abbiamo iniziato il nostro trekking. I primi chilometri sono state salite e discese con passaggi molto panoramici. Successivamente dopo la prima vetta si passa per la cresta verso il monte Terminillo, con qualche passaggio un po esposto si raggiunge la seconda vetta Sassetelli ed infine la vetta del monte Terminillo. Infine una discesa inizialmente ripida poi più dolce ci hanno riportato al rifugio di partenza. Durante tutto il percorso ogni tanto Francesco ci ha fatto fare delle pause e ci ha raccontato qualche particolarità naturalistica del posto. Consiglio a tutti questa escursione.