Giugno alla scoperta dei sentieri dell’Umbria centrale

  A giugno ospito i camminatori che vorranno conoscere l'Umbria centrale , e più precisamente la bellissima Valserra ( antica vallata con borghi medievali tra Terni e Spoleto ) nella Torre della Valserra Trekking, ristrutturata completamente , con 7 posti letto . Vi accompagno naturalmente io ( Mauro Viali ) e vi organizzo sia le escursioni che i pasti ( ho delle amiche ottime cuoche che sono disponibili per prepararci da mangiare) . Fatemi sapere e contattatemi al 3397873873. Ciao e...buone camminate a tutti!   La Valserra è compresa tra due mini catene montuose che formano un canyon profondo e molto spesso inaccessibile dove scorre questo torrente che fa si poca strada, ma che per la storia e per la vita del territorio ha un'importanza fondamentale.Il Serra si forma sopra Porzano, proprio sotto la Madonna di Panico, ma raccoglie tutte le acque che discendono dai numerossisimi canali e scoli ai lati delle montagne. In particolare nel versante est gli scoli che vengono dal monte Rascino, che si incanalano prima di Polenaco ( la Mola ) e quelli che arrivano dall'Acetella e da Acquasalce dopo Polenaco nel profondo fosso di S.Benedetto . Nel versante ovest invece gli scoli che confluiscono nell'affascinante canyon sotto Sarchiano e che passando per Titurano e Pracchia, arrivano al Serra sempre all'altezza di Polenaco. Scendendo verso Terni riceve ancora due importanti afflussi d'acqua: ad est quello formatosi nel fosso del Macchione, sopra il podere dello Schioppo ( Colle Petroso ), che si incanala dopo Poggio Lavarino; ad ovest quelli provenienti da Pizzo Appecano e dal Torricella che arrivano al torrente sotto Acquapalombo. Raccogliendo quindi tutta questa acqua, il torrente Serra si ingrossa talmente in alcuni periodi dell'anno che forma, prima di arrivare a Terni e confluire nel Nera, dei propri laghetti con cascate copiose: spettacolo sconosciuto anche a tanti abitanti della zona, anche se ogni tanto le proloco e la circoscrizione cercano di ripristinare e recuperare il vecchio itinerario di risalita del fiume. L'itinerario del torrente è di circa 20 chilometri e partendo da un'ampia vallata, va via via restrigendosi, fino a formare una vera gola profonda subito dopoAcquapalombo, prima di arrivare alla Rocca San Zenone, con due strapiombi veramente notevoli: ad est quello dei Santi di Battiferro, ad ovest quello dellaTorretta della Rocca. Concluderà il suo corso al centro di Terni, sotto il ponte dei giardini di via Campofregoso dove ancora oggi si puo' vedere qualche intrepido pescatore. http://www.valserratrekking.it/notiziadettaglio.asp?prod_id=9&dest_id=2