Trekking: Pizzo Montanello e Bosco Santo Canale, Cinisi

Escursione Domenica 24 febbraio 2019 a Pizzo Montanello, Bosco di Santo Canale e Leccio Centenario di Montagna Longa, Comune di #Cinisi

Referente escursione: Davide Bonaviri 320 766 2207 / Giorgio De Simone 331 603 1490
Riferimento per gli appuntamenti: Pietro Ciulla 338 186 4718

Difficoltà: media (E), Leggera faticosità all’andata, per percorso costantemente in salita con passaggi rocciosi.

Lunghezza del percorso: 8 Km circa
Tipo di suolo: stradella, sentiero più o meno agevole e terreno naturale
Tempo di percorrenza: 6 ore compreso le soste
Dislivello: 400 mt circa

Appuntamento: Parcheggio Giotto, lato via Giotto, Palermo ore 8.15 partenza ore 8.30. NON NECESSITA PRENOTAZIONE. PARTECIPA CHI SI PRESENTA ALL’APPUNTAMENTO.

Mezzi: per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione useremo le auto private, le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (percorso auto a/r circa 70 km circa)

Spese di viaggio: Le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (2 euro circa a persona) 

Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua).

Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione. Sono necessari scarponi da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione. Portare anche scarpe di ricambio per poterle indossare a fine escursione ed evitare così di sporcare l’auto nella quale si è ospiti. Consigliati bastoncini da trekking. Non è un percorso idoneo a bambini inferiori a 14 anni. Non è un percorso adatto ai cani (presenze di mannare e allevamenti).

Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro. Il contributo comprende l’assicurazione contro infortuni.

Descrizione e Programma:

L’area è un SIC [ITA020021] con Montagna Longa e ricade nell’ambito della parte occidentale dei cosiddetti “Monti di Palermo”, dove si estende complessivamente per circa 4748 ettari, includendo i rilievi che si sviluppano sopra Punta Raisi, in particolare la dorsale di Monte Pecoraro. Fra le vette più elevate figurano Pizzo Corvo (m 910), Pizzo Caccamo (m 909), Pizzo del Merio (m 935), Montagna Longa (m 975), Pizzo Peluso (m 921), Pizzo Montanello (m 964), Pizzo Mediello (m 850), Pizzo Ceresia (m 817), Pizzo Barone (m 897), M. Saraceno (m 949) e, isolato più a ovest, M. Palmeto (m 624). Trattasi di un biotopo di rilevanza naturalistico-ambientale e paesaggistico, il quale ricade nei territori dei comuni di Cinisi, Terrasini, Carini, Giardinello e Montelepre. Dal punto di vista geologico tali rilievi risultano dalla sovrapposizione tettonica di corpi di natura prevalentemente carbonatica, riferiti a due Unità stratigrafico-strutturali derivanti dalla deformazione della Piattaforma panormide. 

Si tratta di un’area di notevole interesse floro-faunistico e fitocenotico. Di particolare rilevanza sono le formazioni rupicole e gli aspetti di prateria. E’ un sito dalla rilevante ricchezza faunistica. L’area risulta essere interessata da un rilevante flusso migratorio sia in primavera che in autunno. E’ da considerare un sito nevralgico della rotta di migrazione che interessa la Sicilia nord-occidentale.

Uscita autostrada Cinisi, quindi dall’abitato di Cinisi si segue la segnaletica per il Santuario della Madonna del Furi, si prosegue verso Piano Margi, qui parcheggeremo le auto e inizioeremo il trekking a Fontana Margi (575 m), dopo una breve stradella imbocheremo un antico sentiero limitrofo allo splendido bosco di lecci di Santo Canale  per poi costeggiarlo sul lato sud sino a Portella d’ Aurra per proseguire sino in vetta al Pizzo Montanello (964 m). 

Per lo stesso percorso ritorneremo a Piano Margi e dalla strada forestale per Montagna Longa ci recheremo a visitare un grande patriarca di oltre 500 anni, il grande Leccio di Montagna Longa, chiaramente visibile anche dal satellite perchè immenso e solitario in mezzo ad una pietraia. 

L’esemplare fa parte di un lecceto rado che trova maggiore continuità nella vicina contrada di Bosco Santo Canale. A poca distanza dall’esemplare in esame, si trovano diversi amollei sui cui fusti sono ancora evidenti i segni delle incisioni praticate in passato per l’estrazione della manna. In particolare, uno dei essi, parzialmente avvolto dall’edera, possiede dimensioni inusuali per la specie evidenziando valori di circonferenza di 1,50 m alla base e di 1,40 m a petto d’uomo

Il percorso sarà di circa 6/7 km con un dislivello di 400 m .

Una parte del percorso seguirà un sentiero abbandonato da tempo e di conseguenza più impervio.

Si rientra a Palermo intorno le ore 17.30

Organizzato da: Wwf Sicilia Nord Occidentale 

Punto d'incontro
Informazioni tecniche
Dislivello Salita 400 metri
Dislivello Discesa 400 metri
Abbigliamento Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione. Vedi descrizione
Organizzata da
Associazioni

WWF O.A. Sicilia Nord Occidentale

Info
Data Inizio 24 Febbraio 2019
Nazione Italy
regione Sicilia
Provincia Palermo (PA)
Località Cinisi
Luogo Cinisi
Orario 08:15 - 17:30
Tipologia di escursione Trekking
Difficoltà E : Escursionisti
Costo 5