JOÌ‚F DI MONTASIO – QUATTRO PROPOSTE CON DIFFICOLTÀ DIVERSE

JOÌ‚F DI MONTASIO PER LA VIA AMALIA E IL CANALONE FINDENEGG 

JOÌ‚F DI MONTASIO PER LA SCALA PIPAN 

CIMA DI TERRAROSSA E GIRO DELLE MALGHE

Vengono proposte due diverse alternative per la salita al Re delle Alpi Giulie: la prima lungo un itinerario insolito e di difficoltà inusuali per un Gruppo Escursionistico del CAI (per l’occasione infatti ci sarà il supporto della Scuola di Alpinismo “Enzo Cozzolino” della XXX Ottobre), articolata nelle giornate di sabato e domenica, mentre la seconda, la domenica, seguirà la classica Via Normale, con la famosa Scala Pipan.

Di seguito l’articolato programma:

GIRO A+: sabato: parcheggio di malga Saisera (1004 m), rifugio F.lli Grego (1389 m). Cena e pernottamento.

domenica: dal rifugio sent. 611 al bivacco Stuparich (1578 m), prosecuzione lungo la ferrata Via Amalia, bivacco Suringar (2430 m), Canalone Findenegg, JoÌ‚f di Montasio (2753 m), Forca Verde (2680 m), Scala Pipan, rifugio di Brazzà (1660 m), parcheggio ai Piani del Montasio (1502 m).

domenica GIRO A: parcheggio Piani del Montasio (1502 m), rif. di Brazzà (1660 m), Forca dei Disteis (2201 m), Scala Pipan, Forca Verde, JoÌ‚f di Montasio (2753 m) e ritorno

a questi due percorsi vengono affiancate altre due possibilità di minor impegno, sia sul profilo tecnico che sul profilo dell’impegno fisico:

GIRO B: parcheggio Piani del Montasio (1502 m), rifugio di Brazzà (1660 m), cima di Terrarossa (2420 m) e ritorno.



GIRO C: parcheggio Piani del Montasio (1502 m), rifugio di Brazzà (1660 m), C.ra Parte di Mezzo (1517 m), C.ra Larice (1479 m), rif. Cregnedul di sopra (1515 m), Sella Nevea (1162 m).



Tutto questo non per creare confusione, ma per soddisfare un po’ tutti: da quelli che si vogliono cimentare in una facile salita “alpinistica”, quelli un po’ più “calmi” che però hanno nelle gambe la possibilità della salita alla cima del Montasio, quelli che vogliono salire una cima senza dover portarsi attrezzatura da ferrata e quelli che vogliono godersi una bella passeggiata da una casera all’altra. Si spera di aver centrato l’obiettivo…

Programma giro A+ (solo per Soci CAI) partenza sabato 3.08 alle ore 15 da piazza Oberdan

come si è visto sopra, per i salitori al Montasio per la Via Amalia – Canalone Findenegg ci sarà un “prologo”, cioè la partenza da Trieste al sabato, e questo per potersi avvicinare quanto più possibile al monte, senza per questo rinunciare ad una buona cena e ad un comodo letto, il tutto nell’accogliente rifugio Grego.

Difficoltà: EEA-PD

Dislivello: 400 (sab.) + 1350 (dom.) in salita e 1250 in discesa

Obbligatori caschetto e set omologato da via ferrata.

Direttore d’escursione AE Maurizio Toscano

massimo 15 partecipanti + 2 accompagnatori

Giro A: il gruppo sarà impegnato nella salita alla cima del Montasio per la via normale: essa sfrutta i punti deboli del versante Sud, una parete rocciosa alta 450 m sopra i bellissimi pascoli degli Altipiani del Montasio. Dalla vetta dello JoÌ‚f di Montasio (2753m – campana e libro di vetta) il panorama, di ampiezza memorabile, spazia sulle Dolomiti Orientali, le Alpi Carniche, i Tauri, tutte le Giulie oltre che sul dirimpettaio massiccio del Monte Canin, sempre in primo piano durante tutta l’escursione.

Difficoltà: EEA

Dislivello: +/- 1250 m


Sviluppo: ca 12 km

Obbligatori caschetto e set omologato da via ferrata.

Direttore d’escursione ANE Cristiano Rizzo

Giro B: dal parcheggio ai Piani del Montasio ci si porterà al rifugio G. di Brazzà e da lì si imboccherà la comoda mulattiera che con sapienti serpentine guadagna quota sulle rocciose pendici di Cime Gambon, si giungerà alla cima di Terrarossa per goderne il panorama e poi scendere per lo stesso itinerario di salita, con sosta per bibita al rifugio di Brazzà.

Difficoltà: E

Dislivello: +/- 930 m

Sviluppo: ca 10 km

Direttore d’escursione Livio Marassi

Giro C: questo gruppo prenderà la stradina, segnavia 623, che corre quasi parrallela alle curve di livello e porta alle casere presenti alla base delle pareti delle cime Foronon e Modeon del Buinz e di Punta Plagnis; si camminerà immersi nel verde dell’alpeggio in un ambiente aperto e panoramico con da una parte la bastionata rocciosa alta 1000 m e dall’altra le ampie vallate Raccolana e Rio del Lago, raccordate dalla Sella Nevea. A chiudere la vista a Sud la maestosa muraglia del Canin, con le cime “satelliti” Sart, Ursic, Forato, Leupa, Cergnala e altre ancora.

Difficoltà: E

Dislivello: +100 /-450

Sviluppo: ca 9 km

Direttore d’escursione ONC Marcella Meng

domenica partenza 6.30 e rientro a Trieste verso le 20.15

Scarica il programma al link https://caisag.ts.it/jo%cc%82f-di-montasio-quattro-proposte-con-difficolta-diverse/

Quota: soci 25,00 – addizionale non soci € 9,00

Comprendente trasferimento in pulmino da 20 posti e, per i non soci, anche assicurazione e soccorso alpino

per i partecipanti del Giro A+: € 60 per la 1⁄2 pensione al rifugio Grego e spese organizzative.

Non sono compresi i costi del viaggio, che verrà effettuato con mezzi propri e pulmino 9 posti della XXX (se disponibile; alla XXX dovrà essere corrisposto anche un contributo spese di 0,2€/km per il mantenimento dello stesso)

Il programma sarà strettamente osservato, salvo cause di forza maggiore, attuato secondo il regolamento delle escursioni e condotto ad insindacabile giudizio del direttore d’escursione.

Info ed iscrizioni alla Società Alpina delle Giulie, via Donota 2, tel. 040 369067 dalle 17.30 alle 19.30 entro venerdì 2 agosto.

Punto d'incontro
Informazioni tecniche
Dislivello Salita 1250/930/100 metri
Dislivello Discesa 1250/930/450 metri
Organizzata da
Associazioni

Società Alpina delle Giulie - Sezione di Trieste del CAI

Info
Data Inizio 4 Agosto 2019
Nazione Italy
Regione Friuli Venezia Giulia
Provincia Trieste (TS)
Località Trieste
Luogo Trieste
Orario 06:30 - 20:15
Tipologia di escursione Trekking
Difficoltà EE : Escursionisti Esperti
Costo 25 / 34