I CASTELLIERI DEL MONFALCONESE

I CASTELLIERI DEL MONFALCONESE

Passando per i castellieri di Gradiscata, di Forcate, della Rocca di Monfalcone, di Golas, di Arupacupa / Vertace Ritorno a Monfalcone per la sella di monte Cosici

L’escursione di domenica 17 febbraio 2019 si propone come variante del “sentiero dei castellieri” del Carso monfalconese, creato per collegare 6 importanti siti protostorici, in un ambito caratterizzato anche da importanti valenze storiche ed ambientali.

Si attraversano infatti per un tratto la Riserva naturale dei laghi di Doberdò e Pietrarossa, istituita nel 1996 ed estesa su cca 7,5 kmq, ed il Parco tematico della Grande Guerra, aperto al pubblico nel 2005 su un’area di circa 4 kmq, in una zona scenario di diversi eventi bellici tra il giugno del 1915 ed il maggio del 1917, le cui tracce sono segnalate in alcuni punti del percorso.

Il principale interesse sarà comunque posto sul sistema degli abitati dell’età del bronzo/ferro, alcuni di essi (se si eccettua il più noto Castellazzo di Doberdò) assai poco evidenti nel paesaggio attuale, a ridosso dell’area fortemente urbanizzata di Monfalcone.

Benché gran parte dei siti siano noti ormai da almeno un paio di secoli (inizialmente ritenuti forti romani, la loro antichità fu rinosciuta nell’800 da Richard Burton, eclettico esploratore e console inglese a Trieste), la massima fortuna degli studi nella nostra regione si deve a Carlo Marchesetti, direttore del Museo di Storia Naturale di Trieste ed autore della fondamentale opera su “I castellieri preistorici di Trieste e della Regione Giulia” del 1903.

In quell’opera sono tra l’altro riportate le piante dei siti che saranno toccati durante l’escursione, ma nessuno di essi potè fruire di ricerche e scavi sistematici, fino alle indagini di fine ‘900, ancora focalizzate su Castellazzo. 
Le datazioni delle fasi di frequentazione si basano quindi soprattutto su materiali da raccolte di superficie.

Da segnalare anche la continuità di utilizzo dei più eminenti: Castellazzo di Doberdò, caratterizzato dalla presenza di un’importante fortificazione tardoromana, e la Rocca di Monfalcone, che pure impediscono in parte la leggibilità delle fasi più antiche. Gli studi recenti si sono indirizzati, piuttosto che a campagne di scavo dell’uno o dell’altro dei contesti, ad un riesame generale del sistema di occupazione del territorio, per spiegare anche i rapporti fra i singoli siti, sulla base delle reciproche distanze, vie di percorrenza, sfruttamento del potenziale di sostentamento offerto dall’ambiente.

Nel corso della visita saremo accompagnati dalla dott.ssa Susi Corazza, dell’Università di Udine.

Partenza con il bus 51 alle ore 8 da piazza Libertà (stazione autocorriere), il rientro è previsto alle 16 circa.
Coordinamento: ONC Paola Ventura

Difficoltà: Escursionistico (E)
Dislivello: +/- 250/300 m
Sviluppo: 15 km circa
Cartografia: Tabacco 047 – 1:25000

Scarica il programma al link https://caisag.ts.it/i-castellieri-del-monfalconese/

Quota: soci € 4.00 – addizionale non soci € 9.00
Comprendente per i non soci, anche assicurazione e soccorso alpino
Per raggiungere Monfalcone si userà il bus 51 della APT, munirsi preventivamente del biglietto per l’andata (non sono validi quelli della Trieste Trasporti)

Info ed iscrizioni alla Società Alpina delle Giulie, via Donota 2, tel. 040 369067 dalle 17.30 alle 19.30 entro venerdì.

Punto d'incontro
Informazioni tecniche
Dislivello Salita 200 metri
Dislivello Discesa 300 metri
Organizzata da
Associazioni

Società Alpina delle Giulie - Sezione di Trieste del CAI

Info
Data Inizio 17 Febbraio 2019
Nazione Italy
Regione Friuli Venezia Giulia
Provincia Trieste (TS)
Località Trieste
Luogo Trieste
Orario 08:00 - 16:00
Tipologia di escursione Trekking
Difficoltà E : Escursionisti
Costo 4 / 13