Guardando Pian del Grado

La passeggiata è di per sè relativamente semplice, prevalentemente su strade bianche e/o sentieri ben tracciati.

Ma a rendere quelle poche centinaia di metri di dislivello ancora più facili sono la bellezza dei luoghi: la vallata di Celle con i suoi versanti aspri, il Fosso del Satanasso percorribile sono dagli escursionisti più esperti (a tal proposito il CFS ne sconsiglia la frequentazione per la sua pericolosità!), Poggio Bini ed il Sentiero degli Alpini 301 che sovrasta dall’alto la valle.

Il punto di ritrovo è l’agriturismo Poderone, dove sarà poi possibile fermarsi a pranzare a prezzo convenzionato una volta di ritorno. Un breve spostamento con i propri mezzi ci porterà presso i ruderi di Celle, piccolo abitato teatro nel passato di eventi cruenti legati alla Seconda Guerra Mondiale, alla Linea Gotica ed alla Resistenza dei partigiani.

Ci si incammina subito per una facile pista forestale che conduce all’incantevole borgo di Pian del Grado, antico nucleo di case in fondo alla vallata, oggi abitato nei fine settimana o nel periodo estivo dai forunati proprietari di quelle casette di sassi e tetti in lastre di arenaria.

Proseguiamo l’itinerario salendo lungo un sentiero altamente panoramico e verso le altre case sparse sul versante che conduce al crinale: i Porcini prima (il nome è tutto un programma) e Cà Torni poi ci salutano fino a quando non incontriamo il Sentiero degli Alpini n° 301. Siamo sul crinale. Chi vista! Lo percorriamo per diverse centiniaia di metri, fino a giungere al punto più alto del nostro itinerario: Poggio Bini.

Proseguendo incrociamo la strada forestale che scende dalla Colla di Pian di Mezzano: la imbocchiamo scendendo verso sud, toccando Cà Foscolo e La Fossa. A questo punto, proseguendo verso sud, lasciamo la carraia per imboccare il sentiero che ci porterà a Celle, imponente rudere affacciato sul Bidente omonimo. Poche centinaia di metri ed un piccolo ponticello in legno ci riportano alle auto.

Punto d'incontro
Informazioni tecniche
Dislivello Salita 430m metri
Dislivello Discesa 430m metri
Abbigliamento scarponi da trekking/escursionismo, pantaloni lunghi, maglietta, pile, giacca impermeabile/gore-tex, berretto/guanti/sciarpa, torcia elettrica (frontale o a mano), occhiali da sole, crema protettiva, zainetto sufficientemente capiente, acqua (min. 1 litro), ricambio completo da tenere in auto.
Organizzata da
Professionale

Riccardo Raggi - Romagnatrekking

  • Guida Ambientale Escursionistica
Info
Data Inizio 4 Dicembre 2016
Nazione Italy
regione Emilia Romagna
Provincia Forlì (FC)
Località Santa Sofia
Orario 09:00 - 13:00
Tipologia di escursione Trekking
Difficoltà E : Escursionisti
Costo 10/cad