Iscriviti Login Password dimenticata?

Un pò di chiarezza nella giungla delle lame

14-04-2017
Tecniche e consigli
Italy > Lazio > Roma (RM)

a cura di Edoardo "OMBRA" Stoppini, Aiuto-Istruttore Survival School SOS2012 ed Esperto di Lame Inox o carbonio, full tang o narrow tang, scandi o full flat, folding o fissa...in qualunque modo la vogliate mettere, la lama è la migliore compagna di chi pratica discipline outdoor!

Tuttavia non è affatto semplice per il neofita scegliere tra tutte queste tipologie ed il mercato è letteralmente inondato di marche e coltelli tra i quali la paccottiglia regna sovrana...ma non vi preoccupate, questa brevissima "guida" ha lo scopo di darvi qualche informazione in più per scegliere la vostra prima lama, o qualche "giustificazione" per aggiungere la centoventesima alla collezione, se siete proprio inguaribili (mi raccomando, queste scuse non reggeranno con vostra moglie/marito, quindi non provateci nemmeno!). Il coltello è forse stato uno dei primi utensili realizzati dall'uomo e senza discussione uno dei più utili.

Questo ha causato un esploit di forme, dimensioni, geometrie e tipologie basati su fattori culturali, tradizionali e di utilizzo. Iniziamo a districarci per categorie. Pieghevole (folding) VS fissa(fixed tang): Generalmente per il nostro sport si privilegia la lama fissa ed il motivo è semplice...non ha parti mobili, non ha meccaniche soggette a rottura da stress o molle che possano incepparsi con il fango ed il terriccio.

Sono di facile pulizia e manutenzione e di norma più robuste. Se proprio volete accompagnarvi con un folding allora sceglietelo come lama di riserva o come lama da kit, non come lama principale. Anche in questo caso ce ne sono migliaia sul mercato, ma personalmente la Victorinox (eh si..."quello di Mac Giver") offre grande qualità e molteplici funzioni ad un prezzo ottimo. Modelli come il Trailmaster o il Farmer Alox sono noti per la robustezza ed hanno il vantaggio di avere altri utili strumenti incorporati (la sega della Victorinox è una delle più efficaci per le dimensioni che ha). Inossidabile (Inox o Stainless Steel) VS Carbonio (Carbon steel): Difficile...difficile!!!

Iniziamo dicendo che tutti gli acciai sono composti di base dagli stessi elementi, ovvero ferro e carbonio. Il ferro di per se è morbido e non idoneo alla creazione di efficaci strumenti da taglio, ma con l'aggiunta di carbonio ed il processo di tempra, acquisisce molta più durezza (ma anche fragilità). Il ferro è poi il componente che tende ad "arrugginire" o meglio ossidare, in quanto ha la capacità di legarsi con gli atomi di ossigeno. La cosa che differenza uno stainless dagli altri coltelli è l'aggiunta del cromo (in generose quantità, dal 12% fino oltre al 20%), che offre un bersaglio diverso all'ossigeno preservando il ferro dall'ossidazione. Tuttavia questo aggiunge maggior fragilità alla lama. Infatti se doveste colpire una roccia con il vostro coltello Stainless potreste scheggiare(chip) la lama, mentre con un carbon è più facile che si pieghi un po (roll). Inutile dire che una piccola piega si può sistemare, persino sul campo...mentre per le scheggiature non c'è molto da fare. I carbon sono inoltre più semplici da affilare, tuttavia la loro lama deve essere protetta dall'ossigeno e dall'acqua, con una copertura di fabbrica (vernici, polveri...ve ne sono moltissime) o applicando olio prima di riporla o di utilizzarla sul campo.

Cosa scegliere quindi??? Dipende dall'uso del coltello...se è una lama destinata allo stress (chopping e batoning) allora forse un carbon è la scelta giusta, in quanto garantisce più resistenza, mentre per una lama dedicata ai lavori di fino, alla preparazione del cibo o da usare in ambienti molto umidi allora lo stainless ha una marcia in più. Full Tang o Narrow Tang: Qui la differenza sta nel manico! Ovvero se la lama è un unico blocco di acciaio con le guancette messe a mò di panino allora è full tang (ovvero il codolo del coltello arriva fino in fondo ed ha uno spessore importante). Se invece la lama scompare nel manico che la avvolge completamente allora probabilmente sarà narrow tang e la parte non visibile sarà non più spessa e grande di un chiodo. La lama full tang è incredibilmente più robusta, ma anche più pesante. Anche qui vige il suggerimento precedente...se è una lama dedicata al lavoro pesante allora che full tang sia! Se invece abbiamo una lama per lavori di fino o da usare per un prolungato periodo di tempo, il narrow tang può essere una buona opzione (anche per i modelli combat è molto usata, poichè conferisce leggerezza).

Moltissimi coltelli del nord (dalla Scandinavia e dalla Svezia, come i Mora) sono narrow ma vantano una robustezza impressionante. Il tipo di grind, o filo Anche qui molte differenze: scandi, convex, full flat, chisel, sabre, hollow...in pratica sono tutte geometrie diverse che influenzano il taglio del coltello. Senza entrare troppo nello specifico vorrei evidenziare la differeza tra la lama scandi e le altre. Questa infatti (oltre alla convex o convessa) è la migliore lama da legno in assoluto, capace di mordere con aggressività oppure di lavorare di fino, ad esempio per fare featherstick. E' anche un tipo di filo incredibilmente semplice da affilare sul campo. Gli altri sono più o meno simili, nel senso che hanno dverse geometrie che partano dal dorso al filo, ma che comunque hanno un filo secondario e non si comportano poi in maniera così diversa.

Ed ora che conoscete un po di più le differenze...dove comprare?!?!? Le armerie sono una valida opzione ma bisogna essere preparati ad un (forte!) rincaro sul prezzo...tuttavia avete il vantaggio di poter toccare la lama e sentirla. Dovete infatti considerare il coltello come un sistema di lama + manico + fodero e tutte le componenti di questo sistema sono importanti quasi allo stesso modo. Lame eccellenti con manici scomodi sono inutili, mentre molte altre tecnicamente valide vi faranno infuriare per un fodero che "sciaqua" o che non sta fermo. Se invece avete le idee chiare e volete risparmiare, l'online è la vostra scelta. Ci sono moltissime realtà ma vi consiglio di guardare prima su view link (una realtà emergente ma solida con prezzi veramente ottimi). Anche su view link potete trovare qualcosa(anche se qui dovete stare molto attenti ai prezzi). Ricordate che potete comprare anche da view link , la versione tedesca, che ha molta più scelta. Anche view link ha moltissima scelta ma i prezzi sono piuttosto alti e ve lo consiglio solo se non avete trovato nulla in Italia e volete proprio quella lama. Spero di avervi chiarito qualche dubbio sul mondo delle lame...o meglio, di non avervene fatti venire altri! Al prossimo post, Ombra

Un pò di chiarezza nella giungla delle lame
Un pò di chiarezza nella giungla delle lame